Effetti della menopausa su pelle, ossa e cuore

La menopausa rappresenta un momento molto difficile per la donna; infatti può causare problemi psicologici, ma anche di salute, a causa del brusco calo del livello degli estrogeni.

Gli estrogeni sono gli ormoni che più influenzano la vita delle donne. Infatti, sono responsabili delle caratteristiche sessuali femminili, come lo sviluppo del seno e il ciclo mestruale. La pubertà inizia quando aumenta la produzione di estrogeni negli ovuli. Il livello di estrogeni rimane costante per un periodo di 25 anni e, dopo, diminuisce progressivamente. Dato che il numero degli ovuli che maturano nelle ovaie diminuisce con l’invecchiamento, diminuisce anche la formazione degli estrogeni.
Gli estrogeni intervengono anche in altre funzioni del corpo. Infatti, hanno un ruolo importante sulla tensione della pelle, rendono le ossa forti, proteggono contro l’arteriosclerosi e hanno un importante effetto sul sistema cardiovascolare.

Pelle
Si riscontrano, quindi, delle conseguenze sulla pelle perché gli estrogeni sono gli ormoni che stimolano la formazione di fibre collagene ed elastiche che sono quelle che le danno tonicità ed elasticità. Di conseguenza, con l’arrivo della menopausa, la pelle diventa più secca e più arida e si cominciano a formare le prime rughe; anche i capelli possono indebolirsi notevolmente.

Un’accurata visita dermatologica consentirà di individuare per ogni inestetismo il trattamento più efficace.
Esami come il check-up cutaneo permettono di studiare il colorito, l’elasticità e il tono della pelle.
Il medico, poi, potrà prescrivere dei dermocosmetici, dei peeling e i filler, che sono sostanze che si iniettano nelle rughe; potrà, inoltre, prescrivere degli antiossidanti e dei fitoestrogeni, estrogeni di derivazione vegetale, da assumere per via orale.

Ossa
Nella menopausa sono a rischio anche le ossa; infatti, il calo degli ormoni può influire negativamente sulla quantità di calcio e può esporre a fratture ripetute. Quindi, la cosiddetta osteoporosi è una riduzione in senso quantitativo e qualitativo dell’osso, che porta a una riduzione della resistenza ai traumi e a un aumento del rischio di fratture.
I fattori di rischio per l’osteoporosi sono molteplici; uno dei più importanti è sicuramente rappresentato dalla familiarità.
Se si verifica una perdita di massa ossea abbastanza precoce, è importante iniziare un trattamento con calcio e vitamina D e con farmaci specifici per l’osteoporosi per bloccare questa perdita.

La MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata) è un esame in grado di valutare, attraverso la quantità rilevata di calcio e altri minerali, il grado di densità e resistenza dell’osso. Le donne in menopausa o con una menopausa precoce dovrebbero sottoporsi una volta all’anno a una visita ginecologica ed effettuare vari controlli, come mammografie, ecografie pelviche ed esami del sangue che servono a monitorare le loro condizioni.

Cuore
Gli estrogeni svolgono un’azione protettiva per il cuore, aiutano a regolare la pressione sanguigna e il colesterolo e mantengono sane le arterie. Gli effetti della menopausa sul sistema cardiovascolare, dovuti alla mancanza di estrogeni, sono: pressione alta, colesterolo alto e rischio di attacchi cardiaci e ictus.

Una dieta sana, l’esercizio fisico e l’astensione dal fumo di sigaretta aiutano a prevenire i problemi al sistema cardiovascolare dovuti alla diminuzione dei livelli di estrogeni.

Fonti
nlm.nih.gov
emedicine.medscape.com