Occhio pigro – ambliopia, cause, cura

L’ambliopia, altrimenti detta occhio pigro, è una condizione caratterizzata da una riduzione della capacità (acuità) visiva di un occhio o, raramente, di entrambi gli occhi, a causa di difetti ottici o di altre anomalie; l’ambliopia si manifesta nel corso dello sviluppo dell’apparato visivo e rappresenta la causa più comune di problemi alla vista nei bambini.

Cause

L’ambliopia si verifica quando le vie nervose che dall’occhio arrivano al cervello non si sviluppano durante l’infanzia. Ciò accade perché l’occhio che presenta l’anomalia invia un’immagine sfocata o sbagliata al cervello, che quest’ultimo tende a ignorare.

Tutto ciò comporta il mancato sviluppo della visione di un occhio, condizione definita occhio pigro.
Lo strabismo è la causa più comune di ambliopia. Spesso si riscontra una storia familiare di questo disturbo.
Tuttavia, l’ambliopia si può verificare senza strabismo, così come lo strabismo si può verificare senza ambliopia.

Altre cause sono:
cataratta congenita
– ptosi congenita
– ipermetropia
– miopia
– astigmatismo

Diagnosi

L’ambliopia è, di solito, diagnosticata facilmente nel corso della visita oculistica. È fondamentale verificare precocemente, almeno prima dei 3 anni, la presenza e la causa di un’eventuale ambliopia, poiché la capacità visiva può essere ridotta ed essere compromessa per il resto della vita.

Anche i genitori, già entro il primo anno di vita, possono controllare con semplici esami come la “prova del riflesso di ribellione o del rifiuto” l’esistenza di ambliopia nel proprio bambino. La “prova del riflesso di ribellione o del rifiuto” consiste nel coprire gli occhi del bambino uno per volta e nel vedere la sua reazione. Se si copre un occhio e il bambino non si ribella e non piange, si può sospettare un’ambliopia. La prova va ripetuta diverse volte.

La cura dell’ambliopia diventa sempre più difficile con la crescita del bambino. Quindi, una diagnosi quanto più precoce possibile consente di impostare la corretta terapia per il recupero della vista.

Cura dell’occhio pigro

In primo luogo, qualsiasi affezione della vista che causa una scarsa visione nell’occhio ambliope (come la cataratta) deve essere corretta.
I bambini con un difetto di refrazione (miopia, ipermetropia o astigmatismo) avranno bisogno di occhiali.
Un’altra possibile terapia per l’ambliopia consiste nell’occlusione parziale o totale dell’occhio sano: la prima attraverso apposite bende adesive, la seconda, invece, con speciali filtri a trasparenza calibrata applicati all’occhiale sulla lente dell’occhio migliore.
Questo costringe il cervello a riconoscere l’immagine proveniente dall’occhio con ambliopia.

Per il trattamento dello strabismo, le terapie sopracitate sono accompagnate anche dalla correzione chirurgica volta a instaurare il parallelismo dei globi oculari.

Prognosi

I bambini trattati prima dei 5 anni di solito recuperano una capacità (acuità) visiva quasi del tutto normale, anche se possono continuare ad avere problemi con la percezione della profondità.
Ritardare il trattamento può comportare problemi permanenti della vista. Dopo i 10 anni, ci si può aspettare solo un recupero parziale della vista.