Cistite: cause, sintomi, prevenzione, cura

La cistite è un’infezione frequente della parete della vescica che rende la minzione difficoltosa e dolorosa.

Cause
La cistite è spesso dovuta a infezioni causate da batteri che salgono attraverso l’uretra (il canale che collega la vescica all’esterno) fino alla vescica.
Le donne sono più frequentemente colpite rispetto agli uomini, in quanto hanno l’uretra molto corta e l’orifizio uretrale molto vicino all’orifizio vaginale e abbastanza vicino all’orifizio anale.
Infatti, la maggior parte delle donne sperimenta almeno una volta nella vita un caso di cistite.
Anche fattori predisponenti quali ristagno di urina, diverticoli e calcoli vescicali, diabete e, nell’uomo, una prostata ingrossata possono portare a infezioni della vescica.

Sintomi
I sintomi più comuni sono un forte dolore durante la minzione e un bisogno urgente e frequente di urinare, spesso con l’eliminazione di poca urina.

Altri possibili sintomi comprendono sangue nelle urine, mal di schiena, dolore lombare, dolori nel basso addome e, in generale, malessere.

Prevenzione
Alcuni semplici consigli per prevenire questo spiacevole disturbo:
– bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno – bere un bicchiere di succo di mirtillo rosso al giorno aiuta nella prevenzione e nel trattamento della cistite
– dopo l’utilizzo del bagno, le donne devono sempre pulirsi con movimenti dall’avanti all’indietro, per evitare di infettarsi con batteri intestinali (Escherichia Coli)
– indossare abbigliamento e biancheria intima di cotone
– lavarsi sempre prima e dopo un rapporto sessuale e urinare subito dopo il rapporto

Trattamento
Informare il medico se è la prima cistite, se i sintomi non migliorano dopo 24 ore o se peggiorano, se è presente sangue nelle urine o se i sintomi sono accompagnati da febbre, dolore lombare o mal di schiena.

Il trattamento comprende:
– bere molta acqua durante la giornata
– rendere l’urina meno acida assumendo un cucchiaino di bicarbonato di sodio disciolto in mezzo litro di acqua, per contrastare l’ambiente favorevole ai germi
– antibiotici in caso di infezione batterica
– antidolorifici da banco come paracetamolo e ibuprofene
– d-mannosio, uno zucchero estratto dal larice o dalla betulla, ad attività specifica sui batteri intestinali (Escherichia Coli)
Una cistite non curata può portare alla formazione di cicatrici e calcoli quando l’urina viene trattenuta per lunghi periodi di tempo per evitare una minzione dolorosa.