Unghia incarnita: sintomi, cause, complicanze, cure

L’onicocriptosi, comunemente detta unghia incarnita, è una malattia molto frequente, a carico, generalmente, dell’alluce, in cui un lato dell’unghia (o anche entrambi i lati) cresce nella carne.
Si forma, così, un tessuto di granulazione; successivamente, l’epidermide ricopre tale tessuto impedendo il sollevamento degli spigoli del lato dell’unghia.

Sintomi
I segni e i sintomi dell’unghia incarnita che interessano i tessuti di uno o di entrambi i lati dell’unghia sono:
– dolore
– arrossamento
– gonfiore
– tessuto di granulazione
– infezione
– pus

È necessario consultare il medico nei casi in cui siano presenti un forte disagio, del pus o un arrossamento che sembra diffondersi o nel caso in cui si soffra di diabete o di problemi di circolazione sanguigna alle gambe.

Cause
Cause più comuni dell’unghia incarnita:
– indossare scarpe strette che comprimono le dita dei piedi
– tagliare le unghie troppo corte o non dritte (ad arco)
– lesioni e traumi
– anomala convessità delle unghie
– obesità
– forma a bulbo dell’alluce
alluce valgo

Complicanze
Se non trattata, l’unghia incarnita può infettare l’osso sottostante e portare a una grave infezione ossea.
Le complicanze possono essere particolarmente gravi se si soffre di diabete, poiché qualsiasi lesione al piede (taglio, sbucciatura, callo o unghia incarnita) non guarisce correttamente.

Cure
L’unghia incarnita può essere curata, a seconda dello stadio di evoluzione, con diverse terapie:
– sollevamento dell’unghia. Per un’unghia leggermente incarnita, quindi allo stadio iniziale (arrossamento e dolore, ma senza pus), si può mettere un po’ di garza sotto il margine laterale dell’unghia per separarla dalla cute, in modo da aiutare l’unghia a crescere sopra la pelle. Bisogna ricordarsi di cambiare la garza e di disinfettare l’unghia quotidianamente fino alla scomparsa del dolore e del rossore;
– trattamento podologico. Consiste nella rimozione della spicula ungueale che si incunea nei tessuti molli provocando dolore, arrossamento, gonfiore e infezione. Spesso è risolutivo;
– terapia chirurgica. Se l’incarnimento è grave e recidivante, cioè se la zona sanguina, se è molto infiammata e se vi è del pus, è necessario asportare definitivamente la porzione di matrice (matricectomia parziale) o tutta la matrice (matricectomia totale) che dà origine all’unghia.