Cellulite: problema estetico o malattia della pelle?

La cellulite, chiamata scientificamente panniculopatia edemato-fibro-sclerotica (PEFS), è una patologia dei tessuti connettivi e del pannicolo adiposo dell’ipoderma (grasso sottocutaneo), lo strato più profondo della pelle, con una compromissione della circolazione venosa e linfatica.

La cellulite può presentarsi in entrambi i sessi. Tuttavia, questa condizione, nota anche come pelle “a buccia d’arancia” o “a materasso” per via dell’aspetto della pelle nelle zone interessate, è predominante nella popolazione femminile e colpisce circa l’80% delle donne.

La maggiore incidenza nelle donne è collegata anche alla disposizione dei setti fibrosi sottocutanei che circondano le cellule di grasso nell’ipoderma per mantenerle al loro posto. Negli uomini, i setti sono posti in diagonale e hanno una buona azione contenitiva, mentre, nelle donne, la loro disposizione è verticale, cosicché il grasso può spingere sul derma.

Il caratteristico e antiestetico aspetto “a buccia d’arancia” della cellulite è dovuto, quindi, all’anomala sporgenza del grasso sottocutaneo dell’ipoderma all’interno del derma, con il conseguente effetto a fossette sull’epidermide, lo strato più esterno della pelle.

La cellulite non è legata all’obesità o al sovrappeso. La ricerca ha dimostrato che la cellulite si può verificare in qualunque situazione di peso. Infatti, può presentarsi anche nelle donne magre.

La cellulite può svilupparsi quasi ovunque sul corpo. Tuttavia, è più comune su cosce, fianchi e glutei.
La cellulite tende a svilupparsi nei periodi caratterizzati da cambiamenti ormonali, quali adolescenza, gravidanza, menopausa, con la sindrome premestruale e con l’assunzione di contraccettivi orali.

Gli ormoni femminili (estrogeni) favoriscono un rallentamento del flusso sanguigno e del drenaggio linfatico con la conseguente ritenzione dei liquidi nei tessuti.

Tuttavia, la concomitanza di diversi fattori (oltre a quelli già citati) contribuisce alla formazione della cellulite:
– predisposizione ereditaria
– età
– alimentazione scorretta
– sovrappeso
– vita sedentaria
– fumo
– alcol
stitichezza
– indumenti troppo stretti
– tacchi alti

La cellulite, però, può svilupparsi anche in presenza di abitudini di vita corrette, di un regolare esercizio fisico e di una dieta ben bilanciata. Tuttavia, uno stile di vita non salutare (esercizio fisico scarso o assente e dieta scorretta) può peggiorare la cellulite causando una scarsa circolazione e ritenzione idrica.

Prevenzione e trattamento
Come la concomitanza di diversi fattori contribuisce alla formazione della cellulite, così la prevenzione e il trattamento degli inestetismi della cellulite devono agire su diversi fronti.

L’esercizio fisico e una sana alimentazione sono fondamentali per combattere la cellulite:
– dieta bilanciata ricca di frutta e verdura e povera di sale e di cibi grassi
– regolare esercizio fisico di tipo “aerobico” come nuoto, bicicletta e corsa.