Prurito – Cause, quando e perché

Il prurito è un sintomo molto fastidioso e complesso da inquadrare perché le cause possono essere tante e possono nascondere patologie di diversa gravità e natura.

Per esempio, il prurito può essere un sintomo di:
– una malattia della pelle, come l’eczema
– un’allergia (per esempio, al nichel, un metallo che viene spesso usato per la bigiotteria)
– punture di insetti o scabbia (una malattia contagiosa della pelle dovuta agli acari)
– infezioni fungine, come il piede d’atleta
– alcune malattie croniche, come le malattie del fegato
– cambiamenti ormonali nel corpo, come per esempio durante la menopausa

Il prurito può essere provocato da malattie della pelle, da malattie sistemiche, da allergie e da reazioni ai farmaci.

Prurito causato da malattie e disturbi della pelle

– eczema, una condizione cronica, in cui la pelle è secca, arrossata, squamosa e pruriginosa
– dermatite da contatto, una condizione in cui la pelle si infiamma
– orticaria: viene attivata da un allergene, come il cibo o il lattice, e provoca un eruzione di pomfi (rilievi rossi)
– lichen planus, eruzioni cutanee (papule) dovute probabilmente a una reazione del sistema immunitario
– psoriasi, malattia della pelle non contagiosa che provoca chiazze rosse squamose
– pelle secca (xerosi). La pelle secca è solitamente causata da fattori ambientali che si possono modificare. Questi possono essere saponi, cosmetici e detergenti irritanti, temperatura dell’aria negli ambienti troppo calda, mancanza di umidità negli ambienti e lavarsi frequentemente e con acqua calda.
– forfora
– follicolite, infiammazione dei follicoli piliferi
– prurigo, piccole vescicole piene di liquido molto pruriginose

Prurito causato da irritazione e reazioni allergiche

– cosmetici
– lana
– saponi
– coloranti dei tessuti
– contatto con alcuni metalli, come il nichel
– contatto con il liquido contenuto da alcune piante o contatto con piante urticanti
– allergia ad alimenti o ad alcuni tipi di farmaci (per esempio, aspirina, antibiotici)
– sudamina (miliaria), eruzione di piccole vescicole contenenti del liquido
scottature solari – danni alla pelle causati dall’esposizione a raggi ultravioletti (UV)

Prurito causato da parassiti e insetti

– l’acaro della scabbia che scava cunicoli nella pelle e provoca la scabbia
– pidocchi
– insetti che pungono, come api, vespe o calabroni, zanzare, pulci, cimici e zecche

Prurito causato da infezioni

– varicella o altre infezioni virali
– un’infezione fungina, come il piede d’atleta, che provoca prurito tra le dita dei piedi e la tigna
– candida, che può causare prurito ai genitali

Prurito causato da malattie sistemiche

Le malattie sistemiche sono malattie che possono influire sull’intero organismo. Talvolta, il prurito può essere un sintomo di malattie sistemiche, come:
– iperattività o ipoattività della tiroide, la ghiandola tiroidea che si trova nel collo produce ormoni per la crescita e il metabolismo dell’organismo
– malattie del fegato, come cirrosi biliare primaria, tumore al fegato, cancro pancreatico ed epatite
– insufficienza renale
– leucemia
– alcuni tipi di cancro, come quello del seno, del polmone e della prostata
– linfoma di Hodgkin
– celiachia
anemia da carenza di ferro
diabete mellito

Prurito causato dalla gravidanza e dalla menopausa

Nelle donne, il prurito, a volte, può essere causato dai cambiamenti ormonali.

Gravidanza
Il prurito può colpire spesso le donne in stato di gravidanza e, di solito, scompare dopo il parto. Un certo numero di disturbi della pelle si può sviluppare durante la gravidanza e causare prurito. Alcuni di questi, oltre a eczema e psoriasi, sono:
– papule e placche orticarioidi pruriginose della gravidanza (Pruritic Urticarial Papules and Plaques of Pregnancy, PUPPP), una manifestazione cutanea intensamente pruriginosa che compare su cosce e pancia durante la gravidanza. L’eruzione cutanea e il prurito di solito si risolvono un paio di giorni o una settimana dopo il parto
– prurigo gestationis, un’eruzione cutanea che compare con puntini rossi e prurito
– colestasi gravidica, una malattia rara che colpisce il fegato durante la gravidanza e che provoca prurito della pelle senza eruzione cutanea

Menopausa
Il prurito è un sintomo frequente della menopausa, a causa dei cambiamenti ormonali, come il calo degli estrogeni, che si verificano durante la menopausa e che sono ritenuti responsabili del prurito.