Congiuntivite – cause, sintomi, diagnosi, cura, prevenzione

La congiuntivite è un processo infiammatorio a carico della congiuntiva, la membrana che riveste la parte interna delle palpebre e che ricopre la parte bianca dell’occhio (cornea), ed è generalmente caratterizzata da rossore, gonfiore, lacrimazione, secrezione, bruciore, sensazione di corpo estraneo.

La congiuntivite è una delle infezioni più comuni e trattabili in bambini e adulti.

Cause

La congiuntiva è esposta a batteri e ad altre sostanze irritanti. Le lacrime proteggono la congiuntiva sciacquando via i batteri e, inoltre, contengono enzimi e anticorpi che uccidono i batteri stessi. Tra le cause più comuni si riscontrano:

  • virus
  • allergie (congiuntivite allergica)
  • batteri
  • esposizione a sostanze chimiche
  • chlamydia
  • funghi
  • parassiti (di rado)
  • uso di lenti a contatto

Sintomi

  • Visione offuscata
  • Croste che si formano sulle palpebre e sulle ciglia durante la notte a causa di secrezioni giallastre (nella congiuntivite causata da batteri)
  • Bruciore agli occhi, soprattutto nella congiuntivite causata da agenti chimici e irritanti
  • Aumento della lacrimazione
  • Prurito agli occhi, soprattutto nella congiuntivite allergica
  • Occhi rossi
  • Aumentata sensibilità alla luce
  • Altre secrezioni verdastre o biancastre dall’occhio

Diagnosi

Bisogna contattare il proprio oculista o il medico di famiglia se è presente uno di questi sintomi e se tali sintomi durano più di tre o quattro giorni. Le infezioni dell’orecchio si verificano in genere nei bambini affetti da congiuntivite batterica. L’oculista esamina gli occhi ed eventualmente può prelevare un campione di liquido con un tampone di cotone. I batteri o i virus che possono aver causato la congiuntivite possono essere esaminati al microscopio.

Trattamento e cura

Il trattamento della congiuntivite dipende dalla causa:

    • la congiuntivite allergica può rispondere al trattamento delle allergie. Può scomparire spontaneamente in seguito alla rimozione dell’allergene che l’ha causata. Impacchi freddi possono aiutare a lenire la congiuntivite allergica
    • la congiuntivite batterica è curata con farmaci antibiotici, di solito colliri
    • la congiuntivite virale scompare spontaneamente.

Si può lenire il disagio causato dalla congiuntivite virale o batterica applicando impacchi caldi (panni puliti imbevuti di acqua calda) sugli occhi chiusi

Per alleviare i sintomi:

      • proteggere gli occhi dalla sporcizia e da altre sostanze irritanti
      • rimuovere le lenti a contatto, se presenti
      • lavare il viso e le palpebre con sapone neutro e risciacquare con acqua per rimuovere le sostanze irritanti
      • usare lacrime artificiali, un tipo di collirio che allevia il prurito e il bruciore da sostanze irritanti. Non usare lo stesso flacone di gocce per entrambi gli occhi, se un occhio non è affetto

Prognosi

La prognosi è generalmente favorevole con il trattamento.

Complicanze

Reinfezione nell’ambito familiare o scolastico.

Come evitare di diffondere l’infezione

      • Non toccare o strofinare l’occhio infetto
      • Lavare spesso le mani con sapone e acqua calda
      • Lavare le secrezioni dagli occhi due volte al giorno con un batuffolo di cotone e, dopo, gettarlo e lavare le mani con sapone e acqua calda
      • Lavare lenzuola, federe e asciugamani frequentemente con acqua calda e detersivo
      • Evitare di condividere asciugamani, fazzoletti, tazze e occhiali
      • Lavare le mani dopo aver applicato le gocce e le pomate sui propri occhi o sugli occhi dei bambini
      • Se un bambino presenta una congiuntivite batterica o virale, non bisogna mandarlo a scuola o all’asilo finché è contagioso

Prevenzione

Una buona igiene può contribuire a evitare la comparsa della congiuntivite. Tra le altre cose:

    • cambiare spesso le federe dei cuscini
    • non condividere il trucco per gli occhi
    • non condividere asciugamani o fazzoletti
    • maneggiare e pulire con cura le lenti a contatto
    • non indossare mai le lenti a contatto di altri
    • non toccare gli occhi
    • lavarsi spesso le mani