Carenza di ferro – bambini e adolescenti

Il ferro è un minerale importante, coinvolto in varie funzioni corporee, compreso il trasporto di ossigeno nel sangue, essenziale per soddisfare il fabbisogno energetico quotidiano. Il ferro è di vitale importanza anche per lo sviluppo cerebrale.

I bambini e gli adolescenti sono a maggior rischio di carenza di ferro, soprattutto perché il loro maggiore fabbisogno di ferro può non essere soddisfatto dalla dieta. Se non si interviene prontamente, il bambino la cui dieta non fornisce abbastanza ferro può sviluppare l’anemia da carenza di ferro. Bisogna consultare il medico se si sospetta che il bambino possa presentare una carenza di ferro.

Attenzione
Il ferro in grandi dosi è tossico. Bisogna evitare l’auto-diagnosi e non si deve somministrare autonomamente al proprio bambino un integratore di ferro, perché una dose eccessiva di ferro può causare la morte. Nei neonati e nei bambini piccoli, la dose di 20 mg al giorno è il limite di sicurezza massimo da non superare (la maggior parte degli integratori di ferro contiene circa 100 mg a compressa). È importante mantenere gli integratori di ferro ben chiusi e lontano dalla portata dei bambini, perché le compresse possono essere scambiate per caramelle. Se si sospetta un sovradosaggio di ferro accidentale è fondamentale portare il bambino in ospedale.