Kryptonite per la cardiochirurgia

Un nuovo potente collante biocompatibile (cemento osseo), chiamato dai suoi creatori dell’Università di Calgary (Canada) Kryptonite, come il minerale del pianeta di Superman, potrebbe diventare una soluzione per facilitare la saldatura delle ossa del petto dopo la cardiochirurgia.

Secondo un recente studio dell’Università di Calgary in Canada, il collante fa sentire meno dolore e accelera la guarigione dello sterno dopo l’intervento chirurgico a cuore aperto.

Già nel 2009, i primi risultati della sperimentazione della Kryptonite su 20 pazienti erano incoraggianti. Ora, i risultati di una seconda sperimentazione su oltre 500 pazienti negli ospedali di Canada e Stati Uniti sono stati presentati al Canadian Cardiovascular Congress 2010.

Il collante aumenta la resistenza meccanica della chiusura dello sterno di cinque-dieci volte rispetto ai punti metallici.

Con questa procedura alternativa, il dolore è ridotto poiché il collante agisce in modo rapido ed efficace. Lo sterno si salda entro le 24 ore, riducendo i tempi di recupero postoperatorio.

Con l’accelerazione e il miglioramento della stabilità ossea, i pazienti possono respirare profondamente e in modo indolore con una minore necessità di antidolorifici. Quindi, una maggiore stabilità delle ossa garantisce un minor numero di complicanze, come infezioni della ferita e separazione delle ossa.

I risultati della ricerca non mostrano effetti indesiderati associati o complicanze dopo un anno di follow-up.

Fonte
heartandstroke.qc.ca