Denti inclusi, cause, sintomi, cura

dente inclusoIl dente incluso è un dente che non riesce a erompere o che spunta solo in parte (semi-incluso) dalla gengiva.

Cause

I denti cominciano a erompere dalle gengive durante l’infanzia e, di nuovo, quando i denti da latte (denti primari) sono sostituiti dai denti permanenti (denti definitivi).

L’inclusione è causata solitamente dal sovraffollamento di denti. I denti definitivi normalmente erompono secondo un ordine ben preciso: primi molari, incisivi inferiori medi e, poi, corrispondenti superiori, incisivi laterali, primi premolari e secondi premolari. Poi emergono i canini e i secondi molari. Vario è il momento di eruzione dei terzi molari, più comunemente noti come denti del giudizio. Quando un dente da latte viene perso prima che quello definitivo sia pronto possono instaurarsi le condizioni che favoriscono l’inclusione, poiché lo spazio lasciato libero dal dente da latte viene occupato dai denti vicini. I denti più soggetti all’inclusione, essendo gli ultimi denti permanenti a spuntare, di solito tra i 18 e i 25 anni, sono i denti del giudizio.

Altre cause di inclusione possono essere un’arcata troppo stretta, un’inclinazione errata del germe dentale oppure denti in soprannumero (denti soprannumerari).

Un dente che rimane bloccato nel tessuto gengivale o nell’osso per vari motivi può presentare anomalie di sede (denti ectopici, cioè denti posizionati al di fuori della loro sede normale), di inclinazione o di rotazione (in questi ultimi due casi il dente si trova nella sede normale).

I denti inclusi possono esercitare una pressione sui denti vicini che, a loro volta, spingono sugli altri denti generando un effetto a catena, che provoca, come conseguenza, una malocclusione (cattiva chiusura dei denti).
Nel caso di un dente semi-incluso (che spunta solo in parte), si possono verificare carie e un’infiammazione della gengiva a causa della placca batterica, cioè un accumulo di residui di cibo, batteri, cellule epiteliali e saliva nel tessuto gengivale circostante (tasca gengivale).

Sintomi dei denti inclusi

Alito cattivo (alitosi)
– Arrossamento e gonfiore della gengiva intorno al dente
– Difficoltà ad aprire la bocca (raramente)
– Dolore gengivale od osseo
– Gonfiore dei linfonodi del collo (raramente)
– Mal di testa
– Presenza di uno spazio più o meno vuoto nel punto in cui il dente è spuntato in parte o non è spuntato affatto
– Sapore sgradevole durante la masticazione

Trattamento

L’approccio terapeutico ai denti inclusi cambia da caso a caso:
– se il dente incluso non presenta sintomi può non essere trattato
– ricollocazione del dente nella posizione corretta
– estrazione del dente